Paolo Ciacci

  • Strumentazione e Composizione per Orchestra di fiati

Contact Info:

  • ciacci_paolo@libero.it

Si è diplomato in Clarinetto con C. Scarponi, Musica corale e Direzione di coro con G. Agosti, Composizione, con studiando nell’ordine con G. Giuliano, S. Sciarrino, F. Sulpizi, P. Niro, R. Becheri e S. Bracci, e in Strumentazione per Banda (oggi Strumentazione e Composizione per orch. di Fiati) presso i conservatori di musica di Modena, Perugia e Firenze. Ha studiato Direzione d’orchestra con N.H. Samale – Conservatorio dell‘Aquila.
Ha frequentato i corsi di perfezionamento in Direzione, Strumentazione e Composizione per Banda presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia- Roma in collaborazione con la Banda Nazionale dell’Arma dei Carabinieri (maestri Borgia, Tega e Pelosi), Musica per film presso l’Accademia Chigiana di Siena, con Ennio Morricone, e Stages e masterclasses sulla Composizione (B. Porena), e Clarinetto (C. Scarponi).
Ha la Maturità Classica (massimo dei voti).

CONCORSI

Nel ’90 ha vinto il concorso di abilitazione per Educazione musicale scuola media (iscritto all’albo.)
Nel 1999 ha vinto il concorso nazionale a cattedre per esami e titoli nei Conservatori per l’insegnamento di Strumentazione e Composizione per Orchestra di Fiati (già Strumentazione per Banda), titolarità presso il Conservatorio “Cimarosa“ di Avellino, e dal 2016 presso il Conservatorio ‘Morlacchi’ di Perugia.
E’ docente nei corsi di I e II livello delle seguenti discipline per orchestra di fiati :
– Composizione, Strumentazione, Arrangiamento e Trascrizione ;
– Direzione;
– Analisi e storia del repertorio .
Ha tenuto un corso di ‘Musica per film’ nello stesso Conservatorio
Nel 1998 è stato unico finalista al concorso nazionale per Vice Maestro della Banda dell’Arma dei Carabinieri.
Nel’93 ha adattato, diretto e allestito l’opera di C. Monteverdi ‘Il ballo delle ingrate’ ottenendo il 1° premio nella rassegna nazionale di Matelica ‘Musica nella scuola’ . Inoltre ha organizzato e diretto l’attività corale nel “Progetto Giovani” presso l’Istituto Magistrale a sperimentazione musicale di Perugia dall’A.S.1994.
Nel 2001, insieme ad altri compositori, ha realizzato la messa in musica per solisti, narratore e orchestra da camera di alcune “Fiabe al telefono“ di G. Rodari, rappresentata ad Avellino anche l ‘anno successivo e nel 2004 sotto l ‘egida del locale Conservatorio di musica “D. Cimarosa“.
Con la propria ha ottenuto il 2° premio al concorso internazionale di composizione ‘Città di Barletta‘ 2002.
Nel 2002 ha ottenuto l‘ammissione ai 10 finalisti (su 50) del premio internazionale per cori maschili di Bolzano dirigendo il coro CAI “Colle del Sole“ Perugia
Nel 2003 è stato fra i 6 finalisti del concorso nazionale per arrangiatori “ P. Barzizza” di Sanremo (giuria E. Morricone, E. Intra)

ATTIVITA’ ARTISTICO – PROFESSIONALE (cenni)

Dagli anni ‘80, oltre all’attività di strumentista da camera, d’orchestra lirica (Livorno), di solista, e di cantante solista e di coro lirico, si dedica alla direzione di orchestre, bande, big bands, cori e altri gruppi anche in passaggi televisivi nazionali (Concert Band Università del Vermont – USA, Banda Naz. Della Polizia Penitenziaria, Quintetto Ottoni Storici Belati, Piacere Rai1 – Orchestra Italiana di Clarinetti, Evergreen Big Band, Jazz & Blues Bridge Big Band), anche all’estero, e alla composizione, ottenendo esecuzioni di propri lavori in rassegne di musica contemporanea anche di pezzi per solista (C. Scarponi, S. Ragni, B. Haney,).
Nel giugno del 2003 ha diretto l‘Orchestra del Conservatorio di Avellino in opere sinfoniche di Mozart e per viola e orchestra di Rolla, curandone la revisione moderna e la ricostruzione, e di Orsi.
Dal 2000 al 2015 ha diretto i concerti annuali dell‘Orchestra di fiati del Conservatorio Cimarosa
Nel giugno 2004 ha orchestrato per ensemble di fiati e viola solista il concerto postumo per viola e orchestra di B. Bartok, dirigendone l ‘esecuzione presso il conservatorio di Avellino.
Ha diretto la big band del Conservatorio avellinese in originali suoi e dei propri allievi, sotto suo diretto insegnamento
Dal 2002 ha collaborato come compositore e direttore col chitarrista e autore Valter Ferrero con cui ha prodotto un evento di sintesi colta e jazzistica (quartetti classico, jazz, vocale) dirigendone la 1a. esecuzione nella cattedrale di Chartres – Francia – il giorno di Pasqua 2003, con noti solisti – fra cui Stefano ‘Cocco‘ Cantini -, in vista anche della relativa produzione discografica.
Ha partecipato come strumentista all‘incisione discografica ed. Quadrivium dei “Quadri di un‘esposizione” di Mussorskij – nell’Orchestra Italiana di Clarinetti, dir. C. Scarponi, di cui è stato maestro sostituto (1989).
Ha collaborato col pianista F. Riso come consulente musicale al disco
“Improvvisi” – etichetta “Splas(h) – 2002.
Come didatta ha prodotto e diretto con l‘Orchestra di fiati ed ensembles vari del Conservatorio Cimarosa le composizioni degli allievi della propria cattedra nei concerti presso il Conservatorio di Avellino e fuori dall‘A. A. 2000 ad oggi.
Nel 2008 ha diretto ‘Pierino e il lupo’ di Prokofiev con la voce recitante del celebre attore Elio Pandolfi a Todi
Ha diretto in moltissimi concerti dai primi anni ‘90 i seguenti cori in repertori dal polifonico, al classico, al leggero americano, al popolare, anche con orchestra (Vivaldi, Cimarosa): “C.A.I. Colle del Sole“ – Perugia (tuttora in carica) [tournée 2001 in Ungheria],“Volumnia” – P.S.Giovanni, “Cantori di Cannaiola”,“Vox Nova“ – Fabriano
Nel 2009 ha scritto le musiche per il film thriller di D. Piccioni e F. Castagner ‘Il maestro di lingue’ con partecipazione di molti visi noti dello spettacolo e dello sport (Simona Marchini, Elio Pandolfi, V.A. Novellino…) e per il documentario storico su Perugia anni 30\40: Perugia in B&N di F. Melelli e L. Zeetti, replicato a Perugia presso il teatro storico ‘Pavone’ per tre volte, e ancora nel 2014
Ha collaborato con l’orchestra ‘I Solisti di Perugia’ per pezzi originali – commissionati – e revisioni o adattamenti (Rolla, Vivaldi)
Per le edizioni discografiche giapponesi “Camerata Tokio” è stata incisa nel 2004 dall’orchestra “I Solisti di Perugia” una sua revisione del Concertino per Viola e orchestra di A . Rolla (Solista L. Ranieri)
Collabora col pianista e musicologo Stefano Ragni con brani appositamente commissionati, eseguiti anche all‘estero e in altri continenti. Nel 2011 è stato eseguito il suo brano commemorativo del Risorgimento ‘L’ Italia chiamò’ in varie città italiane.
Ha avuto commissioni anche dall ‘Umbria Ensemble’ – gruppo cameristico: Il brano ‘Verde Bianco Rosso – tre riflessi d ‘Italia’ ha avuto nel 2011varie esecuzioni, la prima delle quali in occasione delle solenni consegne del merito cittadino del comune di Perugia
Il Divertissement Clarinet Ensemble ha eseguito in varie occasioni sue composizioni
Nel 2009 la Concert Band dell‘Università del Vermont – USA ha eseguito in prima assoluta statunitense il suo brano ‘ Sierra Encantada’ per orchestra di fiati, cosi come, nel 2008, ha fatto la Banda Nazionale della Polizia Penitenziaria
Nell’ottobre 2014 ha diretto l’ensemble vocale – strumentale del Conservatorio di Avellino nell’azione scenica di G. Vitale e T. Napolitano: ‘Gesualdo: storia di un principe e del suo castello’
Negli anni 2015\16 ha collaborato con la storica casa musicale BELATI, all’interno del progetto ‘Ottoni Storici Belati’, producendo una trentina di brani originali e arrangiati, dal duo al settimino di ottoni, eseguiti in varie occasioni anche in relazione a celebrazioni nazionali (Grande Guerra) e di storia locale.
Ha diretto stabilmente – anche come maestro nelle relative scuole di musica – dal 1990 le bande di Agello, Pietrafitta, Pila e P. S. Giovanni.
Come arrangiatore ed elaboratore delle suddette, e ulteriori formazioni, ha scritto brani per varie destinazioni: concerti bandistici, corali, strumentali, jazz e d’intrattenimento orchestrale, in manifestazioni di vario genere.
In particolare nel 2011 – 150° anniversario dell‘unità d‘Italia -, ha arrangiato per coro e banda vari brani risorgimentali anche di rara esecuzione, replicando lo spettacolo in alcuni comuni umbri.
Ha anche avuto numerose esperienze di canto lirico in coro (Spoleto – Coro Lirico dell’Umbria) e da solista (Mozart, Rossini).
Nel 2007 ha svolto presso il Conservatorio di Malaga – Spagna, un ciclo di lezioni sulla musica bandistica italiana per il progetto Erasmus
Dall’anno del suo insediamento di cattedra nel Conservatorio, ha laureato – nel vecchio e nuovo ordinamento, 22 allievi, alcuni dei quali hanno ottenuto premi, riconoscimenti nazionali e pubblicazioni (ed. Wicky, Eufonia):
G. Mancusi (pubblicazioni),
F. Cardaropoli (vincitore concorsi di composizione bandistica e pubblicazioni),
A. Beneduce (Co-vincitore premio di composizione C. Donida),
N. M. Chillemi (direttore ad interim Banda Nazionale della Polizia Penitenziaria),
F. Remini (vincitore del concorso a direttore della Banda Nazionale della Polizia Penitenziaria)

PUBBLICAZIONI
Nel 2001 ha prodotto un saggio apparso in due pubblicazioni sui rapporti fra composizione poetica e musicale esaminando una poesia di Guido Cavalcanti.
Ha realizzato nel 2003, per commissione, uno studio monografico su V. Alise, compositore campano di musica per banda, pubblicato nel 2011 dal Comune di Marigliano per la relativa commemorazione del maestro.
Nel 2015 ha pubblicato per le ed. Futura il saggio autobiografico-musicale: ‘Tutto ciò che è stato…E’ ‘
Nel 2013 è stato correlatore alla tesi di laurea II livello in ‘Discipline storiche, critiche e analitiche della musica’ di G. Del Vacchio sul fondo Musicale Corsaro, famiglia di compositori bandistici campani operanti anche in Umbria (Umbertide)
E’ citato in modo lusinghiero come compositore e docente nei testi:
S . Ragni: ‘I musicisti dell’Università per stranieri di Perugia’, ed Guerra;
Frate Alessandro: ‘La mia vita, la mia musica’, ed. Porziuncola .
e in molte recensioni a stampa e in internet sul proprio lavoro direttoriale e compositivo
Ha pubblicato nel 2012 un saggio – ricordo sul clarinettista e già proprio maestro Ciro Scarponi nel volume di S. Ragni ‘La musica dell’aria: suono e luce nel clarinetto di Ciro Scarponi’, ed. Guerra
In ‘Wikipedia’ alla voce ‘Ciro Scarponi’ è citato fra I compositori eseguiti dal Maestro

INCARICHI
E’ stato commissario ministeriale (2003) per le idoneità alle graduatorie nazionali nei Conservatori della propria classe di concorso
Nel 2003 è stato nominato presidente del concorso annuale di composizione abbinato alla antica e rinomata “Festa dei Gigli” di Nola
nel 2013 a Todi è stato giudice nel concorso nazionale per orchestre scolastiche
Nel 2014 a Corciano è stato giudice alla XXIX ed. del prestigioso Concorso Internazionale di composizioni per Orchestra di Fiati (presidente Jo Conjaert, Olanda)
nel 2017 è stato membro di giuria nel concorso di Montevarchi per marce brillanti
Ha avuto l’incarico del corso di Orientamento corale ’94\’95 dal comune di Fabriano.
Prima della docenza nei Conservatori ha operato anche nella scuola e nell’insegnamento;
(possesso dell‘abilitazione e iscrizione all‘Albo per Educazione musicale scuola media);
dall’A.S.’92\’93 all’A.S. ’98\’99 è stato incaricato, dopo selezione, di Analisi e Teoria della musica, e Metodologia e Didattica della musica presso il corso di sperimentazione musicale dell’Istituto Magistrale di Perugia.
Ha condotto inoltre stages tematici sulla composizione presso l‘Istituto “G. Frescobaldi” di Perugia, insegnandovi inoltre Clarinetto e Sax .
Ha infine insegnato dal 1991 al 1996, dopo bandi pubblici, Solfeggio, Armonia e Teoria della Musica nelle scuole Comunali di Castiglione del Lago e Spoleto.