Migliari Chiara

Chiara Migliari si è brillantemente diplomata al Conservatorio di S. Cecilia di Roma in pianoforte e violino. Successivamente si è perfezionata al Mozarteum di Salisburgo, all'Accademia Chigiana di Siena e all'Ecole Internationale de Piano di Losanna con Fausto Zadra, del quale è stata assistente dal 1994 al 1997. La sua intensa attività concertistica, sia come solista sia come camerista, l'ha portata ad esibirsi al fianco di solisti di fama internazionale quali A. Meunier, A. Roussin, D. de Williencourt e W. Guillaume in prestigiosi teatri (La Fenice, Goldoni, Toniolo, Ghione, etc.) e in numerosi Festival (Todi, Festival del Mediterraneo a Valencia, Festival International de Musique Classique a Nizza) con orchestra (Regehnsdorf Orchestra, Sinfonica Marchigiana, Orchestra Carissimi).
Contemporaneamente ha partecipato in qualità di maestro sostituto alla produzione di varie opere tra cui Il Campanello, Le Cantatrici Villane, La Serva Padrona (direttore al cembalo), Norma, Don Pasquale, Elisir d'amore, Il Barbiere di Siviglia, Suor Angelica, Trovatore etc.
Collabora in duo con Susanna Anselmi e con Enrica Mari , con la quale si esibisce regolarmente dal 1992, con repertorio particolarmente dedicato alla chanson lyrique e al Lied, in Italia, Francia, Svizzera, Spagna, Ungheria, Slovenia.
Ha inciso con Enrica Mari un cd di compositori neomanieristi italiani.
Nel 1993 ha intrapreso lo studio del canto con D. Tolone, perfezionandosi successivamente con Susanna Anselmi; ha debuttato a Roma nel 1995 con Rossini e Donizetti in recital. Da quel momento la sua attività di cantante si è sempre più intensificata; ha eseguito il Messia di Haendel a Roma, lo Stabat Mater di Pergolesi con alcune orchestre e l’ensemble barocco Fete Rustique, musica sacra e cantate di Vivaldi, Bach, Monteverdi, Massenzio al Festival Barocco di Viterbo; le opere La Catena d’Adone di D. Mazzocchi e La Flora di M. da Gagliano con il Gruppo Ricerca e Sperimentazione Musicale diretto da G. Nappo, l’oratorio Il Sedecia di P. Anfossi diretto da J. Sciutto a Como, Lecco e Bergamo; Suor Angelica di Puccini nel ruolo della zia Principessa al Teatro del Fuoco di Foggia con la direzione di L. Castriota. Ha eseguito la Petite Messe Solennelle, diretta da Flavio Scogna, a Roma, in Campidoglio.
Si è esibita nella stagione sinfonica 2001-2002 del Teatro S. Carlo di Napoli con il gruppo La Risonanza. Nel 2003 ha partecipato in Francia alle Journées Européennes du Patrimoine.
Nella Stagione 2006 dell’Oratorio del Gonfalone si è esibita sia in veste di cantante sia come pianista.Nel 2008 ha cantato per la commemorazione della Shoa alla sala Sinopoli del Parco della Musica a Roma; nel 2008, 2009 e 2010 si è esibita in recital in Ungheria e Spagna, ed è regolarmente invitata dal Conservatorio di Malaga a tenere seminari di interpretazione sul repertorio cameristico e vocale
Ha inciso con E. Velardi la serenata Vola, vola in altri petti di A. Stradella.