Corsi e docenti

Laboratori

Metodologia dell'insegnamento strumentale – Presentazione del libro e Laboratorio didattico – 24 aprile 2013

24 aprile 2013, ore 12, Auditorium

Presentazione del volume di Anna Maria Freschi e Roberto Neulichedl: Metodologia dell'insegnamento strumentale. Aspetti generali e modalità operative (Pisa, ETS, 2012)

La presentazione sarà preceduta da un Laboratorio, tenuto dagli autori stessi con inizio alle 9.30, nel quale saranno progettate e realizzate attività strumentali a piccoli gruppi secondo le linee guida proposte dal volume. La realizzazione delle performances ideate dai gruppi durante il laboratorio introdurrà la presentazione stessa e fornirà spunti per domande e approfondimenti successivi.

L’iscrizione al Laboratorio è riservata agli studenti del Triennio e del Biennio di Didattica della musica e aperta ad esterni, fino al raggiungimento del numero di 20 partecipanti. Chi fosse interessato è pregato di inviare una mail entro il 18 aprile all’indirizzo annafreschi@fastwebnet.it. La presentazione dl volume è aperta a tutti.

http://www.edizioniets.com/Scheda.asp?N=9788846730152&from=collana

Edizioni ETS, Pisa
Pagine: 146
Anno: 2012
€ 19,55

Come insegnare uno strumento musicale oggi, anche in rapporto all'evoluzione tecnologica? Con quali atteggiamenti affrontare problemi posturali, tecnici, interpretativi? Come motivare allo studio? Con quali strategie valorizzare le occasioni di apprendimento in contesti collettivi? Come e perché condurre attività di esplorazione, improvvisazione e composizione? Come gestire l'approccio con i vari sistemi di notazione?

Le risposte che il volume tratteggia si rivolgono a insegnanti in formazione (in particolare nei nuovi trienni e bienni dei conservatori), insegnanti in servizio (scuole medie a indirizzo musicale, scuole di musica, licei musicali, corsi propedeutici e di base nei Conservatori ecc.) e formatori, offrendo adeguati strumenti per la lettura/analisi del proprio operato didattico, nonché spunti e modelli per la progettazione e sperimentazione di percorsi secondo rinnovate concezioni e modalità d'insegnamento. Al centro della progettazione ci sono lo strumento come compagno di viaggio nei territori del musicale e l'opera musicale intesa quale oggetto da interrogare, interpretare (ed eventualmente rielaborare creativamente), connettendo fin dall'approccio iniziale il piano analitico con quello tecnico ed espressivo.

Completa il volume una bibliografia ragionata che, ripercorrendo i temi trattati nei vari capitoli, costituisce per l'insegnante un ulteriore strumento di approfondimento, di studio e di supporto alla propria autonomia progettuale.


Anna Maria Freschi
, didatta della musica e percussionista, insegna Pedagogia musicale al Conservatorio di Perugia e fa parte del Comitato di redazione della rivista "Musica Domani", organo della SIEM. Ha svolto attività concertistica in qualità di percussionista, suonando in orchestra, gruppi da camera, gruppi di musica antica. Ha animato lezioni-concerto in teatri e istituzioni scolastiche. Tiene stages e corsi di aggiornamento sulla didattica della musica e sulla metodologia dell'insegnamento strumentale organizzati da Conservatori, Istituti Musicali pareggiati, Università, Associazioni musicali; interviene inoltre in qualità di relatrice in convegni su temi didattico-musicali. È autrice di numerose pubblicazioni, fra cui Insegnare uno strumento, Riflessioni e proposte metodologiche su linearità/complessità (EDT, 2002), Movimento e misura. Esperienza e didattica del ritmo (EDT, 2006), Insegnare la musica. Guida all'arte di comunicare con i suoni (Carocci, 2011).

Roberto Neulichedl, laureato in musicologia insegna Pedagogia musicale al Conservatorio di Alessandria. Dagli inizi degli anni '80 affianca alla didattica e alla ricerca nel campo dell'educazione musicale l'attività di composizione per la scena impegnandosi in allestimenti di teatro musicale. Membro del Comitato Nazionale per l'Apprendimento Pratico della Musica, ha collaborato per conto del MIUR in progetti nazionali d'indagine sullo stato della presenza della musica nella scuola italiana curandone in parte l'analisi dei dati (Musica e scuola. Rapporto 2008. Le Monnier, 2008) e approfondendo le implicazioni metodologiche nell'uso delle tecnologie sonore in campo educativo (Musica e tecnologia nella scuola italiana. Rapporto 2011, «Annali della PI», Le Monnier, 2011). Ha collaborato alla realizzazione di progetti di sperimentazione per la formazione iniziale e in servizio dei docenti di discipline musicali ed è autore di numerosi contributi in pubblicazioni e conferenze.



Ultimo aggiornamento: 08 APR 2013, h. 23:04:50
Area riservata

Inserire le credenziali di accesso per poter prendere visione dei contenuti riservati destinati al proprio livello di utenza.

Password dimenticata?